01 giugno 2015

Arriva la Cavour. Bene, anzi male, perché la Sardegna diventa il Terzo mondo



Le notizie, spesso bisogna spiegarle. Non basta darle, bisogna unire i puntini perché il disegno originale si riveli.
Ad esempio, l’altro giorno è comparsa sulla stampa locale sarda l’arrivo nel porto di Cagliari della portaerei Cavour, fiore all’occhiello della Marina Militare, nelle cui sale operatorie all’avanguardia (ebbene sì, navi così grandi hanno anche ospedali al loro interno) verranno operati bambini affetti da labio-palatoschisi, una malformazione conosciuta volgarmente come “labbro leporino”. Il programma è frutto della collaborazione della Onlus americana “Operation smile” con la Marina Militare e medici locali. Tutto bene, verrebbe da pensare in un primo momento? E invece no.

26 gennaio 2015

Sul destino dell'ex ospedale Marino ora serve un dibattito pubblico e partecipato

L'ex ospedale Marino (da Sardegna Digital Library)
No, non è che son fissato e che parlo solo del futuro dell'ex ospedale Marino. E' che sulla questione ci sono molte cose da dire e da far notare. Dopo lo stop voluto dall'assessore regionale Cristiano Erriu, e il prendere tempo della Regione, torna di attualità un progetto partorito all'indomani dell'elezione di Massimo Zedda a sindaco di Cagliari, quando si credeva davvero che la partecipazione e la condivisione delle scelte fossero la bussola che avrebbe guidato la neonata giunta: quello di fare dell'ex Marino un luogo dedicato a tutti gli sport acquatici, con 52 eventi, uno per ogni settimana dell'anno.

25 gennaio 2015

La Regione scrive il destino dell'ex ospedale Marino: rimarrà un rudereper anni

L'ex ospedale Marino (immagine presa da Sardinia Post)
Oibò! L'assessore regionale all'Urbanistica ed Enti locali, Cristiano Erriu si accorge che sull'affaire ex ospedale Marino la Prosperius può chiedere i danni alla Regione. Una vagonata di danni. Milioni di euro che viale Trento utilizzerebbe volentieri per altro. Peccato che il rischio fosse stato segnalato già da tempo. Comunque, meglio tardi che mai.
La vera questione, politica, è che la Regione è chiusa in un vicolo cieco e non sa che pesci pigliare. Il tutto con una conseguenza, molto grave: l'ex Marino rimarrà ancora per molto tempo un rudere.

07 gennaio 2015

Giù le mani dai Giganti! Nurnet attacca gli archeologi di Cagliari e Sassari ma su Mont''e Prama serve più trasparenza

L'assemblea dei volontari a Mont''e Prama (da Cagliaripad)
Prima di riscrivere la storia del Mediterraneo antico, i Giganti di Mont''e Prama devono fare da paciere tra la fondazione Nurnet (per un giudizio critico su questa fondazione cliccare qui) e gli archeologi che lavorano agli scavi vicino a Cabras. Infatti Antonello Gregorini, ex ambientalista, già al Centro studi dei Riformatori, fondatore e animatore della fondazione che "ha come scopo prevalente la promozione della cultura del periodo in cui sull'Isola svilupparono le civiltà pre e nuragica", ieri ha attaccato gli studiosi che scavano e analizzano proprio i reperti della civiltà pre e nuragica.

03 gennaio 2015

Alle poste compare il bigliettaio! Sì ma succede solo a Quartu. Ecco perché



“Lei cosa deve fare? Click! Prego”. “Lei invece. Click! Ecco il suo biglietto”. Come nei vecchi bus e tram anni Sessanta, ricompare la figura del bigliettaio. Peccato che non ci si trovi su un mezzo pubblico ma alle poste. Precisamente nell’agenzia di piazza IV novembre, a Quartu Sant’Elena. L’unica in Italia ad avere questo speciale servizio per i clienti. Un primato, certo, ma c’è poco di cui vantarsi: perché i clienti sono alquanto truffaldini.